Almanacco Illustrato del Taranto

logo-pfmtra pochi giorni in edicola e libreria: tutto a colori!!!!
catalogati tutti i calciatori che hanno giocato almeno una partita

Copertina-ultima-modifica-prova

l'almanacco-del-Taranto

l'almanacco-del-Taranto-due

IL TARANTO AL TORNEO DI VIAREGGIO

De Comite

Il Taranto al Torneo di Viareggio

 Una sola presenza per il Taranto Calcio al Torneo di Viareggio-Coppa Carnevale; il precedente risale all’edizione 1993, la 45a del prestigioso torneo giovanile.

Per i rossoblù un punto in tre partite, conquistato contro il Metz con lo 0-0 nell’ultima gara del girone eliminatorio.

Gli ionici debuttano a Dicomano (di fronte a 100 spettatori) il 9 febbraio 1993, perdendo contro il Modena per 1-0; la formazione rossoblù è composta da Rotoli, Costanzo, Fedele, Battafarano (Finoccho dal 66’), De Comite, Cazzarò, Bitetti, (dal 58’ Falanda), Latartara, Devozzi, Capasso, Gemmi. Dalla  cronaca “ le due squadre danno vita ad una partita scarsamente espressiva sul piano delle incursioni in area di rigore; il Taranto avrebbe anche merito il pari, ma nel finale di gara è Rotoli ad evitare il raddoppio degli emiliani”.

Due giorni dopo, l’11 febbraio, il Taranto subisce un clamoroso “cappotto” contro il Milan perdendo per 6-0 (i rossoneri verranno poi battuti  in finale dell’Atalanta); nell’occasione una doppietta per Davide Dionigi, nella stagione 1992-93 nell’organico rossonero, ma mai utilizzato nella formazione maggiore.

Così i rossoblù in campo: Rotoli, Costanzo (dal 46’ Chiaro), Fedele, Battafarano, De Comite, Cazzarò, Gemmi, Finocchio (dal 64’  Latartara), Devozzi, Capasso, Susini. Per la cronaca  “un Taranto generoso ma incapace di arginare un avversario di un altro pianeta; i 6 gol incassati, ma potevano essere di più, esprimono la differenza”.

Il punto arriva nell’ultimo incontro del 13 febbraio; a Viareggio Metz e Taranto, già eliminate,  chiudono sullo 0-0 finendo entrambe in coda alla classifica con un punto all’attivo. In panchina siede il tecnico della Primavera Magnocavallo, assente nelle prime due gare e sostituito da Buonfrate. Questo l’undici del Taranto: Rotoli, Costanzo, Chiaro (dal 56’ Susini), Finocchio (dal 26’ Ferrara), De Comite, Fedele, Gemmi,  Latartara, Devozzi, Capasso, Falanda. La cronaca riferisce di un gol annullato per fuorigioco  ai rossoblù.

Nelle due foto di NINNI CANNELLA,

Cazzarò

 due partecipanti al torneo: Cazzarò e Di Comite.

Il Taranto calcio…. e il calcio a Taranto

“80 anni in rossoblù – Un secolo di calcio a Taranto”. Perché occuparsi di un secolo di football? Perché per la prima volta in un libro sono riportate le formazioni della squadra rossoblù. Con puntuale precisione è stata ricostruita la storia del Taranto: in  questo volume ci sono oltre 2800 formazioni con circa 1000 rossoblù in campo. La pubblicazione presenta nella prima parte il calcio pionieristico (1904-1927), quindi dalla stagione 1927-28 sono riportati anno per anno i quadri della società, i tabellini delle gare di campionato, la classifica finale, le presenze e le reti  dei giocatori, tutto arricchito con oltre 400 foto.

 Franco Valdevies

La foto ritrae quasi al completo la prima “rosa” dell’Associazione Sportiva Taranto: è datata settembre 1927. In alto da sinistra: Friuli II, Friuli I, Plemich (ceduto ad ottobre al Lecce), Di Donna, Rossi, il portiere Pieri seminascosto, Caputo, Palmisano, Scotti in borghese (mai utilizzato nel torneo 1927-28); in ginocchio,  Mottola, Mongelli, Arzeni, De Lorenzo; sdraiato: Marino.

Per ricevere il volume contattare franco.valdevies@virgilio.it

  • Calendario

    • luglio: 2017
      L M M G V S D
      « Nov    
       12
      3456789
      10111213141516
      17181920212223
      24252627282930
      31  
  • Cerca