Un tarantino al mondiale

Foto dei convocati al mondiale del 1954Leonardo Costagliola

Il 7 marzo scorso è morto a Firenze all’età di 86 anni Leonardo “Nardino” Costagliola. Era nato a Taranto il 27 ottobre 1921 e aveva esordito da portiere con la Pro Italia nel 1937-38; per lui in due stagioni 4 derby di campionato contro il più blasonato Taranto nei quali la Pro Italia era riuscita a rimanere imbattuta (2 successi e 2 pareggi). Nell’estate del 1939 il passaggio al Bari e l’esordio in serie A il 27 ottobre 1940 in Triestina-Bari 2-4. Sei le stagioni con i biancorossi dal 1940 al 1948, tranne la parentesi del 1944 quando disputò con il Conversano, vincendolo, il Campionato dell’Italia Libera 1944 (è questo il primo torneo di calcio indetto dalla FIGC dopo l’armistizio del settembre 1943).

Continua a leggere

Annunci

Amauri e i brasiliani nella Juventus

Amauri sarà il 12° brasiliano a giocare in campionato con la Juventus; il primo nel 1932 Pedro Sernagiotto un’ ala destra di piccola statura proveniente dal Palestra Italia di San Paolo una formazione ricca di oriundi (il giocatore è così esile da sembrare un sedicenne ma in realtà ha 24 anni). Due annate con 50 presenze e 14 reti in serie A e due scudetti vinti (nel 1933 e 1934). Nel 1955-56 arriva dal Corinthians Leonardo Colella (7 reti in 21 partite), quindi nell’estate del 1960 Bruno Siciliano (dal Botafogo) che va subito in prestito al Vicenza, poi nel 1962-63 torna alla Juve e gioca 12 gare (con 4 gol).

Nel 1962-63 troviamo Armando Miranda che segna in campionato 12 reti in 17 partite, poi passa al Catania. Nel 1963-64 per Nenè 28 gare, quindi tre stagioni per Dino Da Costa (arriva dall’Atalanta e gioca 51 partite segnando 11 gol); tre annate per Cinesinho dal 1965 al 1968, con la conquista dello scudetto nel 1967 (gioca 85 gare e segna 8 gol).

Nell’estate del 1972 arriva dal Napoli il 34enne José Altafini; gioca part-time realizzando 25 reti in 74 partite (in pratica una ogni tre gare) e con le sue marcature decisive la Juve conquista due scudetti (1973 e 1975). Nel 1990 dal Montpellier giunge il centrale difensivo Julio Cesar: 4 le stagioni con 89 gare e 3 gol.

Nel gennaio 2001 arriva Athirson proveniente dal Flamengo (5 presenze); l’ultimo della lista è Emerson: gioca due stagioni 2004/06) vincendo 2 scudetti poi revocati.

Balotelli il più giovane scudettato dell’Inter in serie A

Mario Balotelli con 17 anni e 9 mesi è il più giovane scudettato dell’Inter nei campionati di serie A a girone unico.

Meglio in assoluto hanno fatto solo tre nerazzurri vincitori del primo campionato con l’Inter nella stagione 1909-10: Piero Campelli campione d’Italia a 16 anni e 4 mesi, Roberto Fronte a 17 anni e 1 mese, Ermanno Aebi a 17 anni e 5 mesi.

I fratelli in Nazionale

Il 17 ottobre 2007 (per l’amichevole Italia-Sudafrica) Roberto Donadoni convocava per la prima volta Paolo Cannavaro; il c.t. nell’occasione non utilizzava il difensore napoletano, mentre il fratello Fabio, l’attuale primatista azzurro in attività, non veniva neppure convocato.   Restano quindi 8 le coppie di fratelli almeno una volta in campo con la nazionale maggiore:

BARESI Giuseppe 18 gare, Franco 81 gare e 1 rete

CEVENINI Aldo 11 gare e 3 reti, Luigi 29 gare e 11 reti

(una gara giocata insieme) Continua a leggere